Home » Rimedi Naturali per Emorroidi » 10 Rimedi naturali per Contrastarle

10 Rimedi naturali per Contrastarle

foto rimedi per emorroidi naturaliRimedi per Emorroidi. Quando si ha un problema di salute o fisico c’è sempre a disposizione un rimedio naturale. Fortunatamente ce ne sono anche nei casi di emorroidi, le quali provocano prurito, dolore e anche fastidiose quando si sta per troppo tempo a sedere o si cammina a lungo.

Le emorroidi possono avere numerosi fattori alla loro origine che vanno da una non corretta alimentazione a problemi di circolazione, dallo stress a sbalzi ormonali e al fumo. Talora a soffrire di emorroidi sono le donne in attesa di un bimbo e chi è un accanito fumatore.
Per fortuna ci sono dei rimedi per emorroidi naturali che ne prevengono l’apparire o l’aggravarsi o anche per alleviarne i sintomi. Alla base della prevenzione e cura dalle emorroidi è importante avere una maggiore attenzione su ciò che si mangia e si beve.

» EMORROIDI: COSA MANGIARE E NON

Nel caso siano ormai comparse e sono fastidiose, ci si può rivolgere al proprio medico o anche ad un erboristeria per poter sapere quali possano essere gli estratti naturali che meglio possano contrastare i sintomi che sono connessi alle emorroidi oppure seguire il un buon programma per la cura da ogni tipo di emorroide.

Rimedi per Emorroidi: 10 indicazioni

1) Ippocastano
Tra i rimedi per emorroidi naturali che maggiormente si utilizza, vi è l’ippocastano. La corteccia di quest’albero contiene, infatti, delle sostanze molto efficaci. E lo è specialmente per lenire i fastidiosi dolori e pruriti associate alle emorroidi. L’estratto di questa pianta lo si può trovare in commercio sotto differenti forme, tra le quali pomate e compresse da applicare sulla parte interessata in modo che si abbia un effetto immediato. Inoltre, l’ippocastano si utilizza per la preparazione dell’Aesculus hippocastanum 5CH, il quale è uno dei rimedi emorroidi omeopatico sotto forma di granuli.

2) Fibre vegetali
La stitichezza solitamente è dovuta ad una dieta povera di fibre vegetali, motivo per il quale sarà opportuno integrare la propria alimentazione con cibi ricchi di fibra in modo da poter ripristinare il giusto funzionamento dell’intestino. Il medico in tal caso potrebbe suggerire di mangiare prugne secche, barbabietole, ciliegie e castagne. Tuttavia, potrebbe essere anche l’assunzione di troppe fibre a provocare la stitichezza; ecco perché è sempre meglio far valutare la situazione ad un dottore.

3) Cipresso
Tra i rimedi fitoterapici ci sono quelli ricavati dagli estratti di cipresso. In questo caso si tratta di un rimedio naturale che sfrutta il ricco contenuto di polifenoli e flavonoidi, i quali si ritiene che favoriscano la circolazione sanguigna. Il che ha effetti più che positivi non solamente sulle emorroidi, ma pure nel caso si soffra di varici e gambe pesanti a causa di una circolazione non buona.

4) Elicriso
Tra i rimedi naturali per il trattamento delle emorroidi vi è anche l’elicriso, il quale ha proprietà analgesiche e antinfiammatorie, oltre che essere efficace per la riduzione degli edemi. Si possono trovare in vendita pomate che sono a base di elicriso e che si sono dimostrate alquanto efficaci per trattare sia le emorroidi interne sia quelle esterne (sindrome varicosa emorroidaria) i quali agiscono proteggendo e rinfrescando e, inoltre, alleviano il prurito ed il dolore.

5) Amamelide e Centella
La amamelide e la centella sono piante dalle immani virtù vaso protettrici in quanto possono fortificare le pareti delle vene compromesse da infiammazioni emorroidali. Tali rimedi per emorroidi sono diretti a proteggere sia le parti sottoposte a trattamento sia a ricostruire i tessuti che si sono danneggiati, offrendo una sensazione di freschezza e di leggerezza. L’azione astringente propria dell’amamelide dà elasticità ai tessuti, così che, in modo assolutamente naturale, li aiuta a rinvigorirsi. Per sapere quale sia la modalità di assunzione e anche la quantità ideale, si suggerisce di rivolgersi al proprio erborista che potrà dare le risposte appropriate nello specifico.

6) Bagni derivativi
Tra i rimedi naturali vi sono i bagni derivativi. Questi sono usati per molti disturbi, tra i quali le emorroidi e la stitichezza. Per un bagno derivativo basta una spugna, meglio se naturale, e dell’acqua fresca. Quindi, si deve rinfrescare per non meno di una decina di minuti la parte inguinale. È importante che l’acqua non sia troppo fredda così come si devono mantenere al caldo le altre parti del corpo. Qui di seguito ci sono le istruzioni.

7) Gel di Aloe vera
Se si soffre di emorroidi sia esterne sia interne si dovrebbe utilizzare l’aloe vera. Il suo formidabile gel si può ricavare anche tagliando una foglia della pianta. Per ridurre il dolore in caso di emorroidi esterne è sufficiente applicare sul retto una minima quantità di aloe vera strofinando dolcemente. Se, invece, le emorroidi sono interne, è possibile usare il gel dell’aloe conservato nel frigorifero durante la notte e, quindi, inserirlo nel retto: la sensazione del freddo intenso abbinata alle proprietà lenitive della pianta dell’aloe avranno un effetto benefico sia sull’irritazione sia sul prurito e, al tempo stesso, ridurranno il gonfiore e bloccheranno l’emorragia.

» ALOE VERA PER CURARE LE EMORROIDI

8) Psillio
Il Plantago psyllium è più semplicemente noto come psillio. Si tratta di una pianta che ha origine nel bacino del Mediterraneo e nel Medio Oriente. I semi dello psillio quando entrano a contatto con l’acqua danno luogo ad una mucillagine. Tale mucillagine aiuta a regolarizzare la funzione intestinale così come a far sì che sia meno fastidiosa, in caso di emorroidi, l’evacuazione delle feci.

9) Cataplasma di foglie di rovo
Nel libro “Tisane, il gusto della salute” viene suggerito di fare un cataplasma utilizzando delle foglie di rovo. Ecco come procedere. Si devono sbollentare per una trentina di secondi 50 grammi di foglie fresche in 50 centilitri di acqua. Quindi si deve filtrare e poi tritare le foglie di rovo finemente. Una volta fatto, applicare sulla parte dove si prova dolore aiutandosi con un panno e lasciare agire per circa 20 minuti.

10) Acqua alle prugne
In caso di stitichezza questo è uno è uno dei rimedi per emorroidi che sarebbe buona cosa assumere al mattino. È utile sia per la prevenzione delle emorroidi sia anche, se già presenti, per far funzionare meglio l’intestino. Per preparare l’acqua alle prugne, si deve lasciare in ammollo per l’intera notte una manciatina di prugne secche badando che tale manciata sia immersa in un quantitativo di liquido che sia il doppio del proprio volume. Quindi si dovrà filtrare l’acqua e poi berla, a stomaco vuoto, come prima bevanda della mattina. E le prugne rinvenute nell’acqua? Non si devono buttare, bensì essere mangiate a colazione o durante uno spuntino.

» Le Emorroidi e le inefficacia dei trattamenti tradizionali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *